Logo

Patologia orale e malattie della bocca

Partiamo dall’inizio. Di cosa si occupa uno specialista in patologia orale?

Con patologia orale, o medicina orale, se vogliamo usare l’espressione utilizzata prevalente nel resto del mondo, si intende una specialità che ha un campo di competenza molto ampio con dei confini piuttosto sfumati. Per semplificare, potremmo dire che lo specialista in patologia orale si occupa della diagnosi e del trattamento dei pazienti affetti da tutte le condizioni e i disturbi che colpiscono la bocca, con l’esclusione di carie e malattia parodontale. Questo significa che in un ambulatorio di patologia orale sarà possibile incontrare pazienti affetti da condizioni piuttosto comuni e relativamente innocue come le afte, così come pazienti con il cancro della bocca.

Il cancro della bocca? Può dirci qualcosa di più su questa malattia?

Certamente. Questa è una delle forme di tumore meno conosciute, nonostante non sia affatto rara. Si pensi che tra gli uomini il gruppo di tumori a cui appartiene il tumore della bocca è al settimo posto come frequenza e purtroppo ancora oggi metà dei soggetti colpiti da questa malattia, muoiono entro cinque anni. Fortunatamente questa malattia non colpisce i bambini, che ne sono sostanzialmente immuni.

Quali sono allora i problemi che colpiscono i bambini e per i quali uno specialista in patologia orale può essere di aiuto?

Moltissimi a dire la verità. Tra le più ci sono sicuramente le afte, che abbiamo già citato. Sebbene siano nella maggior parte dei casi solo un problema fastidioso, in alcuni pazienti possono essere i segni precoci di malattie di tutto l’organismo. Inoltre i pazienti e anche qualche collega, tendono a chiamare afta qualsiasi ulcera della bocca, mentre sono moltissime le malattie che si possono presentare così, ma che hanno una natura completamente diversa e quindi necessitano di un trattamento altrettanto diverso.

Ci faccia un esempio.

Un virus comune come l’herpes, quello responsabile delle comuni febbri al labbro, per intenderci, può presentarsi in alcuni casi, fortunatamente non troppo comuni, con delle ulcere simili alle afte, ma più numerose e con localizzazioni diverse. La confusione tra le due malattie può portare alla somministrazione di cure scorrette, che nella migliore delle ipotesi sono inutili e ritardano la soluzione del problema.

Quali altri problemi possono interessare la bocca dei bambini?

Tra i problemi più comuni tra i bambini ci sono sicuramente quelli di origine traumatica, sia a carico delle guance e della lingua, i cosiddetti pseudofibromi traumatici, che di alcune piccole ghiandole salivari delle labbra, chiamati mucoceli. Infine non posso non nominare la lingua a carta geografica, una condizione molto comune, che spesso desta preoccupazione tra i genitori, ma in realtà non rappresenta un problema per la salute dei piccoli.

Autore

Prof Giovanni Lorenzo Lodi

PROF. GIOVANNI LORENZO LODI

Professore associato con funzioni assistenziali presso il Dipartimento di Scienze Biomediche Chirurgiche e Odontoiatriche dell'Università degli Studi di Milano, co-editor in chief di Oral Desease e direttore scientifico della rivista Dental Cadmos, Honoray lecturer presso l’Eastman Dental Insititute, UCL London, Membro dello Steering Committee del World Workshop in Oral Medicine, Editor del Cochrane Oral Health Group, Fondatore di D.O.T..

Joomla SEF URLs by Artio
Web Design e contenuti © The Place To Biz LLC. All rights reserved