Carie da biberon: una problematica diffusa ma evitabile

Carie da biberon: una problematica diffusa ma evitabile. Le indicazioni necessarie da seguire

  • Pubblicato in L'esperto risponde
  • Stampa, Email

Cosa sono le carie da biberon?

Il termine carie da biberon, dall’inglese Baby Bottle Syndrome, indica una situazione clinica nella quale il bambino presenta molteplici lesioni cariose dovute a un’esposizione, frequente e prolungata nel tempo, a liquidi contenenti zucchero.

Il biberon dà il nome a questa condizione clinica perché veicola le sostanze zuccherate nella bocca del bambino.

Perché lo zucchero è pericoloso?

I batteri presenti nel cavo orale metabolizzano lo zucchero e producono una sostanza acida che attacca lo smalto dei denti. La saliva esercita un effetto tampone, ossia protegge i denti.

Di notte però, vi è una minor secrezione di saliva e dunque una maggior esposizione all’azione cariogena dei batteri, con una conseguente minore protezione nei confronti della carie.

Come appaiono clinicamente le carie da biberon? Sono riconoscibili?

Le carie da biberon colpiscono inizialmente gli incisivi superiori, quindi il gruppo di denti anteriore. Con il passare del tempo appaiono carie anche a livello dei molari. La particolarità di questa situazione clinica è che, negli stadi iniziali, le carie si localizzano solamente nell’arcata superiore, mentre l’arcata inferiore può risultare in salute o con limitate zone ipomineralizzate. È consigliata una visita dal dentista già dopo l’eruzione del primo dentino, intorno ai sei mesi di vita, per una eventuale diagnosi precoce.

Esistono dei fattori preesistenti che possono predisporre a questa sindrome?

Alcuni batteri, quali lo Streptococco mutans presente nella saliva materna e che quindi potrebbe essere trasmessa al bambino, la scarsa salivazione notturna e la presenza di ipomineralizzazione dello smalto (conosciuto come MIH) sono fattori che si associano a una maggior incidenza di carie da biberon.

Quali possono essere le possibili complicanze?

La presenza diffusa di lesioni cariose in giovane età può comportare un danno sia estetico che funzionale al piccolo paziente pediatrico. A seconda dell’estensione e dell’entità della carie, si possono occasionare infiammazioni del nervo (pulpiti), ascessi o perdite premature di elementi dentali. La mancanza di denti si ripercuote negativamente nella masticazione del bambino, che, in situazioni complesse, può manifestare iposviluppo corporale, osseo e perdita di peso.

Cosa devo fare per prevenire l’insorgenza di carie?

Una volta compresa l’entità del problema, è necessario apportare modifiche, spesso drastiche, al proprio stile di vita. È dunque necessario ridurre l’assunzione di zuccheri, eliminare le bevande zuccherate o il ciuccio intinto nel miele prima di dormire, avere una igiene orale meticolosa e attenta, educare anche i genitori per evitare recidive o future complicanze. Inoltre è consigliabile eseguire controlli periodici dal dentista di fiducia per una corretta prevenzione orale.

Mio figlio non riesce ad addormentarsi senza biberon, cosa devo fare?

Secondo l’Associazione Americana di Odontoiatria Pediatrica, il biberon deve essere assolutamente eliminato prima dei due anni, ancora meglio se questo passaggio viene eseguito prima dei 18 mesi. Il distacco dal biberon deve essere graduale. Gli esperti consigliano un aumento degli intervalli di tempo tra un uso e il seguente, la sostituzione del latte con acqua e un’introduzione alla tazza.

I denti affetti da questa sindrome possono essere curati o devono essere estratti?

Il trattamento delle carie da biberon dipende da molti fattori. In primo luogo, è necessario valutare la magnitudine della lesione cariosa, l’età del paziente pediatrico e le condizioni di salute sistemiche. La cura per le carie è l’otturazione; nel caso vi sia un interessamento del nervo sarà necessario procedere con una pulpotomia o pulpectomia.

Se la lesione è irreversibile, sintomatica e si accompagna anche da ascesso, puó essere anche necessaria l’estrazione.
In soggetti molto piccoli e con carie superficiali si tende a procedere con la fluoroprofilassi e vigilanza.

Come genitore, che errori devo assolutamente evitare?

I genitori giocano un ruolo fondamentale nella prevenzione delle carie, soprattutto in quelle secondarie ad uso incorretto del biberon. È dunque assolutamente da evitare la somministrazione di latte o di bevande contenenti lo zucchero prima di andare a letto se poi non viene eseguita un’approfondita igiene orale. Lo stesso discorso vale per il biberon, che spesso accompagna il sonno dei più piccoli ma in realtà sta favorendo l’azione cariogena dei batteri presenti in bocca.
Una alimentazione equilibrata e un’ottima igiene orale sono le chiavi per la prevenzione dentale. Inoltre ribadiamo l’importanza dei controlli periodici dal dentista.

Autore

Dott. Federico Villani

Dott. Federico Alcide villani

Il Dott. Federico Villani si è laureato con lode in Odontoiatria e Protesi dentaria presso l’Università Europea di Valencia (Spagna) nel 2017. Dopo aver conseguito il Master in Odontoiatria Ospedaliera presso l’ Universitat de Valencia nel 2018, è attualmente iscritto al Master di I livello in “Salute orale nelle comunità svantaggiate e nei paesi a basso reddito” presso l’Università di Torino.
Svolge l’attività di odontoiatra libero professionista presso l’Ospedale San Isidoro di Trescore Balneario, l’Istituto Stomatologico di Milano e cliniche private. Si occupa prevalentemente di pedodonzia. E’ autore di articoli scientifici su riviste nazionali e internazionali.

Dentalbaby
dentalbaby è un brand ideato dalla Dott.ssa Tiziana Anedda
Sede legale: Via Trento, 9 | 09055 Gergei (SU) | P.IVA: 02991440922 | C.F.: NDDTZN78L57H118H
Web: www.dentalbaby.it | Email: info@dentalbaby.it
Dott.ssa Tiziana Anedda | Iscrizione all'Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Cagliari | Albo Odontoiatri pos. n° 726 | Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria all'Università degli Studi di Cagliari in data 15/07/2004 | Abilitazione conseguita nella II sessione del 2004 presso l'Università degli Studi di Cagliari | Specializzazione in Chirurgia Odontostomatologica conseguita presso l'Università degli Studi di Milano.
La Dott.ssa Tiziana Anedda dichiara che il messaggio informativo contenuto nel presente sito web è diramato nel rispetto delle linee-guida contenute nelle "Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su siti internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici". Dichiara, inoltre che il sito web corrisponde alle linee-guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica (pubblicità dell'informazione sanitaria).
I consigli e/o le informazioni forniti mediante il presente sito web vanno intesi come suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.
The Place To Biz LLC

Log In or Sign Up

All’interno dell’area riservata del presente sito web i colleghi odontoiatri potranno reperire il kit e la modulistica del corso bimbi e documenti utili relativi all’odontoiatria pediatrica. Per accedere all’area riservata è necessario richiedere username e password dedicate che verranno fornite a mezzo email al fine di consentire l’accesso solo agli Studi dentistici partners.

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?