FAQS

  • Pubblicato in Presentazione
  • Stampa, Email

All'interno della presente sezione è possibile reperire facilmente le frequenti domande che ci vengono poste dalle mamme, dai bambini, e dai colleghi odontoiatri o partners, e le relative risposte.

Per ulteriori informazioni è possibile inviare una email a info@dentalbaby.it o compilare il form di richiesta informazioni.

Pedodonzia

Esiste un dentista specializzato solo per bambini?

Non tutti i dentisti sono in grado di curare i bambini, e nella maggioranza dei casi ciò è dovuto alla maggiore dose di pazienza e tempo necessari quando si tratta di intervenire sui più piccoli.

I requisiti fondamentali per essere un dentista in grado di lavorare efficacemente sui pazienti pediatrici sono la pazienza e la consapevolezza che i bambini necessitano di cure, tempo, attenzioni e approcci completamente diversi rispetto agli adulti.

Esistono degli odontoiatri pediatrici che si occupano solo di pedodonzia e che sicuramente sono i professionisti più adatti per le cure dei denti dei bambini.

A quale età è consigliabile la prima visita odontoiatrica?

E’ consigliabile effettuare la prima visita odontoiatrica intorno ai 3 anni, quando la dentatura da latte è completa. Si tratterà di una visita conoscitiva per il bambino e per la mamma, in cui il bambino inizierà a familiarizzare con l’ambiente e in cui alla mamma verranno dati dei consigli riguardo il metodo più efficace di spazzolamento dei dentini da latte, gli strumenti da utilizzare, i consigli alimentari, informazioni sul fluoro, etc..
Durante la prima visita non viene effettuata nessuna manovra invasiva, così che al bambino resti un buon ricordo e torni ai successivi controlli ogni 6 mesi con serenità.
In ogni caso la prima visita dal dentista andrebbe fatta non oltre i 6 anni quando compare il primo molare permanente e c'è la permuta degli incisivi. Inoltre alcune malocclusioni o abitudini viziate (succhiare il dito o il ciuccio) richiedono un intervento precoce, anche intorno ai 4-5 anni.

È utile utilizzare il fluoro per prevenire la carie?

Secondo gli esperti, il fluoro è il presidio più importante per la prevenzione della carie. In passato il fluoro veniva prescritto dai pediatri e dai dentisti a partire dai 6 mesi di età, attraverso la somministrazione di gocce o pastigliette. Questo però ha causato molti casi di fluorosi, ossia un eccesso di fluoro che si manifesta con macchie sullo smalto dei denti.
Le nuove Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e prevenzione delle patologie orali in età evolutiva del Ministero della Salute dimostrano invece che il fluoro è più efficace se posto direttamente a contatto con i denti, e non ingerito.

Come evitare le carie nel bambino

La carie dentale è una malattia causata dai batteri che trasformano gli zuccheri presenti nei residui di cibo in acidi, distruggendo la superficie esterna del dente.
Per evitare il presentarsi di carie, si consiglia una visita dal dentista pediatrico intorno ai 3 anni, possibilmente quando non sono ancora presenti carie, così che possa dare alle mamme tutte le informazioni necessarie per effettuare una corretta prevenzione sin da subito e prevenire le carie!
Occorrerà poi agire su più fronti: effettuare un'accurata igiene orale, con un dentifricio fluorato a seconda dell’età del bambino almeno 2 volte al giorno, seguire una sana ed equilibrata alimentazione ed effettuare la sigillatura dei molari, quando spuntano. Chiudendo con una sottile pellicola le fessure dei molari, si impedisce il ristagno di placca da cui si origina la carie.
È importantissimo effettuare i controlli dal dentista pediatrico ogni 6 mesi oppure ogni 3 mesi a seconda dell’analisi del rischio di carie del bambino.
Fare prevenzione è l’unico modo per evitare la carie!

Cosa fare se il bimbo ha i denti da latte cariati?

La cosa ideale sarebbe portare il bambino dal dentista quando ancora non ci sono carie, così che si lavori sull’informazione e prevenzione e non si arrivi mai a quel momento in cui vostro figlio dica Mamma, mi fa male un dente!
Se però, purtroppo, questo è già avvenuto, il consiglio è quello di prenotare una visita con un dentista pediatrico che valuterà la gravità di ciascuna situazione e programmerà un piano di cure. Se il dentino cariato è mobile e prossimo alla caduta, molto probabilmente non si interverrà sulla carie ma sull’estrazione del dentino, previa conferma della presenza del corrispondente dente definitivo.
Se invece il dentino cariato deve restare ancora in bocca per lungo tempo è meglio intervenire!

Afte ricorrenti sui bambini: cosa fare?

4 bambini su 10 soffrono di afte, piccole ulcere della bocca molto fastidiose. Le afte sono le malattie più frequenti delle mucose orali, quindi è bene informare i genitori sulla loro comparsa e trattamento. Non esiste una causa precisa ma possono esserci diversi fattori causali come la predisposizione genetica (se i genitori soffrono di afte è probabile che anche il bambino ne soffrirà), i traumi (morsicamenti delle mucose), celiachia, disturbi cronici dell’intestino etc..
Guariscono spontaneamente in circa 7 gg, ma possono durare di più causando fastidi. Non esiste una cura ma alcuni accorgimenti per alleviare i sintomi e ridurre la durata: applicazioni di gel alla clorexidina, evitare cibi acidi, cibi irritanti e troppa frutta.

Macchie nere sui denti: cosa sono?

Non sempre le macchie nere sui denti sono carie: spesso sono delle pigmentazioni causate da batteri cromogeni presenti nel cavo orale che causano questa caratteristica pigmentazione scura su tutti o alcuni denti, difficilmente rimovibili con il solo spazzolino e dentifricio. Spesso è necessaria una pulizia professionale eseguita dal dentista, che consiglierà al genitore anche i prodotti che impediscono l’insorgenza di nuove macchie, come i probiotici o prebiotici sotto forma di integratori che contengono la lattoferrina, una sostanza utile per riequilibrare la flora batterica del cavo orale.

Mio figlio digrigna i denti!

Anche i bambini possono digrignare i denti, nel sonno o anche durante il giorno. Il bruxismo (digrignamento dei denti) è molto frequente e colpisce i bambini in una percentuale che va dal 3.5% al 40.6%. Può essere causato da diversi fattori: il genere (i maschi sono più colpiti delle femmine), predisposizione genetica (genitori bruxisti possono essere un campanello d’allarme), posizione scorretta durante il sonno, dormire con la bocca aperta, dormire con la luce accesa, stress psicologico, fumo passivo, sonno disturbato o inferiore alle 8 ore, visione di Tv o tablet prima di addormentarsi, etc. Il bruxismo non si cura con i byte come per gli adulti, ma con tutta una serie di accorgimenti che il dentista pediatrico avrà cura di spiegarvi per il vostro caso specifico.

Meglio lo spazzolino manuale o quello elettrico?

Studi recenti hanno dimostrato che lo spazzolino elettrico con movimento di oscillazione-rotazione è più efficace nel controllo della placca e dell’infiammazione gengivale rispetto allo spazzolino manuale e agli spazzolini sonici o a batterie. Lo spazzolino elettrico è consigliato ai bambini già di 3 anni, sotto la supervisione del genitore. Lo spazzolamento deve durare almeno 2 minuti e deve soffermarsi soprattutto sui molaretti da latte che hanno più probabilità di cariarsi rispetto agli altri denti sia per la loro posizione in fondo alla bocca (difficilmente raggiungibile) sia per la loro anatomia ricca di solchi e fossette dove il cibo può incastrarsi più facilmente, favorendo la carie.
In commercio esistono degli spazzolini elettrici appositi per bambini, con testine piccole e soffici, con movimenti meno potenti rispetto agli spazzolini elettrici per adulti, e dal design accattivante.

Lo zucchero deve essere totalmente escluso dalla dieta dei bambini?

Non è necessario bandire lo zucchero dalla dieta di un bambino.
Ovviamente va ridotto il suo utilizzo.
Bisognerebbe far assumere cibi dolci al massimo 4 volte al giorno, e subito dopo far lavare i denti nella maniera più corretta.

Ortodonzia pediatrica

A che età è bene mettere l’apparecchio ai denti del bambino?

Tranne alcuni casi in cui è necessario intervenire precocemente anche intorno ai 5 anni, di solito si procede in un’età successiva. Questo consente un'ottima correzione dei difetti in breve tempo. Ogni caso comunque è a sé e richiede una visita ortodontica e un’attenta valutazione da parte dell’ortodonzista, lo specialista degli apparecchi. È consigliabile una prima visita con lo specialista intorno ai 5 anni.

A che età è bene fare una prima visita ortodontica?

L’età più appropriata per la prima visita ortodontica è 5 anni: proprio in questo periodo alcune malocclusioni potrebbero essere già da trattare perché possono peggiorare con la crescita.
Ad esempio il morso crociato (quando i molaretti superiori non scavalcano i molaretti inferiori durante la chiusura, su un lato della bocca o in entrambi i lati) o le terze classi scheletriche (quando la mandibola si sviluppa più rapidamente del mascellare superiore e risulta più avanzata) sono condizioni che se intercettate precocemente si riesce a correggere in breve tempo.

L’apparecchio facilita l’insorgere della carie?

L’apparecchio dentale, soprattutto quello fisso con le stelline, trattiene più placca e residui di cibo quindi pur non causando carie costituisce una difficoltà per le normali manovre di igiene orale. Durante il periodo di trattamento con l’apparecchio, l’ortodonzista e l’igienista consigliano gli strumenti più adatti (spazzolini ortodontici, scovolini, fili interdentali appositi, etc..) e mostrano come pulire i denti e l’apparecchio impartendo le corrette manovre che il paziente deve seguire in maniera scrupolosa se vuole arrivare al risultato finale nei tempi previsti e soprattutto senza carie!

Anche i bambini possono mettere gli apparecchi invisibili come i grandi?

Si, già dai 10-11 anni i bambini possono mettere gli apparecchi invisibili per correggere alcuni casi ortodontici, previa visita con l’ortodontista che valuterà la fattibilità della tecnica da caso a caso. E’ necessario che il paziente porti sempre le mascherine come suggerito dal curante rispettando le tempistiche, e abbia un’ottima igiene orale altrimenti il risultato può essere compromesso.
La durata varia da qualche mese a 2-3 anni a seconda della complessità del caso. Le mascherine trasparenti sono fatte su misura per l’arcata superiore ed inferiore di ogni paziente, si cambiano ogni 7-15 gg a seconda del caso, devono essere portate 22 ore al giorno (si tolgono solo per mangiare e lavare i denti).

Odontofobia

In caso di timore del dentista e delle cure dentarie in che modo è possibile intervenire verso i più piccoli?

Di solito il piccolo paziente è spaventato dalla figura del dentista a causa dei racconti sentiti dagli amichetti, o dai genitori che hanno vissuto delle brutte esperienze, o dalla televisione, e si fanno un’idea tutta loro, quindi errata, di quello che potrà succedere dal dentista. A volte capita che arrivino in Studio terrorizzati e nascosti dietro la mamma o il papà, e non vogliano neanche aprire la bocca.
Fondamentale è la preparazione alla prima visita dal dentista così da far vivere in maniera tranquilla e spensierata questa nuova esperienza.
E se il bambino avrà bisogno di curare dei dentini, è possibile effettuare la sedazione cosciente, in modo che il piccolo paziente, non sentendo dolore o fastidio o ansia, viva l'esperienza dal dentista con maggiore serenità, spesso interessandosi e diventando parte attiva di ciò che accade in Studio.

Visita dal dentista

Durante tutti gli appuntamenti del bambino dal dentista è necessaria la presenza dei genitori?

I genitori devono essere presenti durante la prima visita e durante il colloquio in cui vengono stabiliti il piano di trattamento e la tipologia delle cure da effettuare sul paziente.
Durante la prima cura dal dentista la figura del genitore può essere rassicurante per il piccolo paziente; è importante che i genitori comprendano gli obiettivi delle cure e aiutino i loro figli a collaborare in modo da raggiungere i migliori risultati possibili.
Una volta instaurato un rapporto di fiducia tra il bambino e il dentista, non è necessaria la presenza del genitore in studio.

Corsi bimbi

Vorrei iscrivere mio figlio ad un corso bimbi della mia città, cosa devo fare?

Per far partecipare un bimbo di età compresa tra i 4 e gli 11 anni al corso di igiene orale ed educazione alimentare per bimbi under 12, è possibile inviare una emailinfo@dentalbaby.it oppure compilare il form di richiesta informazioni indicando se preferisce che il suo bambino frequenti il corso bimbi presso uno Studio dentistico partner di dentalbaby, oppure presso il Suo Studio dentistico di fiducia, o presso la sua scuola. Vedremo di organizzare il corso bimbi dove Le è più comodo!

Il mio bambino ha 3 anni, può partecipare ugualmente al corso bimbi anche se la fascia d'età consigliata è 4-11 anni?

Il corso bimbi ha una durata di circa 60/90 minuti, per cui difficilmente i bambini così piccoli riescono a stare attenti per un tempo così lungo. Se ha già un figlio più grande che partecipa al corso bimbi possono partecipare insieme e così il bimbo più piccolo può essere invogliato a stare attento per un periodo maggiore. In caso contrario può partecipare e stare al corso bimbi finché lo desidera!

Sono un'insegnante di una Scuola dell'infanzia, e mi piacerebbe proporre il corso bimbi alle mie classi. Cosa devo fare?

Per i suoi contenuti e per come è stato strutturato, il corso bimbi è maggiormente adatto ai bimbi dell’ultimo anno della Scuola dell’infanzia. Per ricevere informazioni sul corso bimbi è possibile inviare una email a info@dentalbaby.it o compilare il form di richiesta informazioni, in tal modo riceverà tutte le informazioni per organizzare questa iniziativa presso la sua Scuola!

Sono un collega dentista e mi piacerebbe organizzare il corso bimbi nel mio Studio dentistico. Come posso fare?

Semplicissimo, è possibile inviare una email a info@dentalbaby.it e ti daremo tutte le informazioni perchè si possa strutturarlo quanto prima, coinvolgendo i pazienti dello Studio e nuovi pazienti junior della sua città!

Gestisco una ludoteca ed organizzo diversi corsi per bambini: corsi di cucina, yoga, musicalità, letture animate, lab di decorazione etc.. Posso organizzare anche il corso bimbi?

Certamente! Il corso bimbi si presta ad essere realizzato in tutte le realtà con target pediatrico 4-11 anni. Per ricevere informazioni è possibile inviare una email a info@dentalbaby.it o compilare il form di richiesta informazioni, in tal modo riceverà tutte le informazioni utili per organizzare questa iniziativa presso il Suo centro.

Dentalbaby
dentalbaby è un brand ideato dalla Dott.ssa Tiziana Anedda
Sede legale: Via Trento, 9 | 09055 Gergei (SU) | P.IVA: 02991440922 | C.F.: NDDTZN78L57H118H
Web: www.dentalbaby.it | Email: info@dentalbaby.it
Dott.ssa Tiziana Anedda | Iscrizione all'Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Cagliari | Albo Odontoiatri pos. n° 726 | Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria all'Università degli Studi di Cagliari in data 15/07/2004 | Abilitazione conseguita nella II sessione del 2004 presso l'Università degli Studi di Cagliari | Specializzazione in Chirurgia Odontostomatologica conseguita presso l'Università degli Studi di Milano.
La Dott.ssa Tiziana Anedda dichiara che il messaggio informativo contenuto nel presente sito web è diramato nel rispetto delle linee-guida contenute nelle "Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su siti internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici". Dichiara, inoltre che il sito web corrisponde alle linee-guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica (pubblicità dell'informazione sanitaria).
I consigli e/o le informazioni forniti mediante il presente sito web vanno intesi come suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.
The Place To Biz LLC

Log In or Sign Up

All’interno dell’area riservata del presente sito web i colleghi odontoiatri potranno reperire il kit e la modulistica del corso bimbi e documenti utili relativi all’odontoiatria pediatrica. Per accedere all’area riservata è necessario richiedere username e password dedicate che verranno fornite a mezzo email al fine di consentire l’accesso solo agli Studi dentistici partners.

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?