herpes

Herpes nei bambini: diagnosi e trattamento

  • Pubblicato in L'esperto risponde
  • Stampa, Email

Cosa è l'herpes e come si manifesta?

L’infezione da herpes virus è una malattia molto comune che nella sua forma più frequente si manifesta come “febbre al labbro”. È causata dal virus dell’herpes di tipo 1 (Human Herpes Virus 1), che una volta penetrato nell’organismo, vi rimane a tempo indeterminato, riattivandosi con una frequenza variabile e provocando vescicole e ulcere alle labbra e, meno comunemente, all’interno della bocca.

Qual è la percentuale dei bambini colpiti?

Bisogna distinguere tra infezione del virus e manifestazione di malattia. La prima è estremamente frequente sia nei bambini (quasi la metà ne sono interessati) che negli adulti (oltre i due terzi). La presenza di lesioni labiali od orali è invece molto molto meno comune. I dati in questo caso sono molto più difficili da ottenere, ma se diciamo che ne sono affetti in maniera ricorrente due o tre bambini ogni dieci non sbagliamo di molto.

Quali sono i primi segni con cui l'herpes si manifesta e a cui un genitore dovrebbe prestare attenzione?

In un numero di casi piuttosto ridotto, il primo incontro con il virus determina un quadro acuto molto importante detto “gengivo-stomatite erpetica” che è caratterizzato dalla rapida comparsa di lesioni dolorose, diffuse alle labbra, alle gengive e a tutta la bocca, accompagnate da malessere, febbre, linfonodi del collo ingrossati. In questo caso è importante che il bambino sia visitato da uno specialista, che confermi la diagnosi e che, eventualmente prescriva una terapia specifica. Eventualmente, perché la malattia si risolve spontaneamente nel giro di una settimana, durante la quale però è importante che il bambino si alimenti e soprattutto non si disidrati, una evenienza non rara in questi casi.

Quali sono le terapie specifiche per questo quadro?

In alcuni casi può essere utile, in particolare nelle fasi iniziali, prescrivere antivirali da somministrare per bocca, come l’aciclovir o farmaci analoghi, che devono essere prescritti dal medico e assunti seguendo la posologia.

Esistono diversi tipi di herpes?

Certamente, questo è un gruppo che comprende 8 virus responsabili di malattie molto diverse, come la varicella, la mononucleosi e la sesta malattia.

Può colpire solo la bocca o anche altre parti del corpo?

L’Human Herpes Virus 1 solitamente interessa la bocca, mentre il Human Herpes Virus 2 i genitali, ma può succedere anche l’inverso.

Se mamma o papà soffrono di herpes anche il loro bambino ne soffrirà?

E’ vero, il virus può essere trasmesso attraverso la saliva o per contatto diretto con le lesioni dai genitori o dai fratellini.

È vero che una volta che l'herpes si manifesta significa che il bambino potrà soffrirne anche in futuro?

Come abbiamo detto, questa è proprio la caratteristica peculiare di questi virus, che una volta entrati nell’ospite rimangono a tempo indeterminato, per lo più in forma latente, senza cioè manifestazioni cliniche. In occasione però di stati di affaticamento, esposizione ai raggi solari e più in generale di diminuzione delle difese immunitarie, il virus si riattiva e provoca lesioni alle labbra o alle mucose, di gravità variabile.

Cosa fare per evitare che si manifesti un secondo episodio?

Evitare, se possibile, le situazioni che mettono a rischio di recidive.

Ci si può contagiare da soli in altri distretti del corpo per esempio toccandosi le labbra poi il naso o gli occhi?

Certamente: quando la malattia è attiva, è possibile trasmettere il virus ad altri individui o ad altre sedi, anche se questa ultima evenienza fortunatamente non è molto frequente in un bambino altrimenti sano.

Quanto tempo dura una lesione?

Le lesioni, sia nella malattia primaria che nelle recidive, guariscono spontaneamente nel giro di 7-15 giorni.

Come guarire dall'herpes?

La guarigione intesa come eliminazione del virus dall’organismo non è possibile, mentre le lesioni ricorrenti al labbro o alla bocca, si risolvono spontaneamente o con il ricorso a trattamenti antivirali.

I rimedi della nonna funzionano? Sul web si leggono diversi suggerimenti: applicare dentifricio sulle vescicole, applicare malva, pappa reale, propoli...

Le lesioni guariscono spontaneamente, quindi qualsiasi intervento sembra funzionare dopo qualche giorno.
Esistono però interventi che aiutano ad alleviare il fastidio o il dolore delle lesioni.

Probiotici e prebiotici possono aiutare?

Studi molto preliminari sembrano indicare potenziali benefici dei probiotici nel ridurre le ricorrenze e la durata delle lesioni, ma è ancora presto per poter considerare efficaci questi trattamenti.

Cosa dare da mangiare ad un bambino con l'herpes?

Qualsiasi alimento che il bambino riesce a mangiare va bene, ma la cosa più importante è mantenerlo idratato. Nelle forme primarie, spesso la dieta deve essere semiliquida e fredda a causa del dolore provocato dalle ulcere.

Non bisogna confondere l'herpes con...

Esistono malattie della bocca che hanno aspetti molto simili a quelle delle lesioni erpetiche. Per esempio la forma primaria può essere confusa con una malattia piuttosto rara detta eritema multiforme, con cui condivide più di una caratteristica.

L'herpes può essere segno di qualcosa di più importante?

Può essere segno di stati più o meno profondi di immunodepressione.

Quando un genitore deve portare il suo bambino in visita da un patologo orale pediatrico?

In presenza di un quadro di ulcere diffuse alle mucose orali è indicata la visita di uno specialista, affinché si possa arrivare ad una diagnosi precisa nel tempo più breve possibile.

Come viene effettuata una visita di patologia orale nel bambino affetto da herpes?

L’esperto di patologia orale è interessato soprattutto a visitare con attenzione tutte le mucose della bocca, cosa che normalmente fa solo con un paio di guanti e la luce della poltrona, senza ricorrere agli strumenti del dentista che talvolta possono spaventare i piccoli pazienti (non quelli di dentalbaby). In alcuni casi particolari possono essere utili particolari esami del sangue.

Qualche consiglio per i genitori?

In generale, quando si parla di salute, la cosa più importante è fare una diagnosi, ovvero scoprire quale malattia è la causa dei problemi. Solo dopo una corretta diagnosi è possibile consigliare la cura giusta.

Autore

Prof Giovanni Lorenzo Lodi

PROF. GIOVANNI LORENZO LODI

Professore associato con funzioni assistenziali presso il Dipartimento di Scienze Biomediche Chirurgiche e Odontoiatriche dell'Università degli Studi di Milano, co-editor in chief di Oral Desease e direttore scientifico della rivista Dental Cadmos, Honoray lecturer presso l’Eastman Dental Insititute, UCL London, Membro dello Steering Committee del World Workshop in Oral Medicine, Editor del Cochrane Oral Health Group, Fondatore di D.O.T..

Dentalbaby
dentalbaby è un brand ideato dalla Dott.ssa Tiziana Anedda
Sede legale: Via Trento, 9 | 09055 Gergei (SU) | P.IVA: 02991440922 | C.F.: NDDTZN78L57H118H
Web: www.dentalbaby.it | Email: info@dentalbaby.it
Dott.ssa Tiziana Anedda | Iscrizione all'Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Cagliari | Albo Odontoiatri pos. n° 726 | Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria all'Università degli Studi di Cagliari in data 15/07/2004 | Abilitazione conseguita nella II sessione del 2004 presso l'Università degli Studi di Cagliari | Specializzazione in Chirurgia Odontostomatologica conseguita presso l'Università degli Studi di Milano.
La Dott.ssa Tiziana Anedda dichiara che il messaggio informativo contenuto nel presente sito web è diramato nel rispetto delle linee-guida contenute nelle "Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su siti internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici". Dichiara, inoltre che il sito web corrisponde alle linee-guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica (pubblicità dell'informazione sanitaria).
I consigli e/o le informazioni forniti mediante il presente sito web vanno intesi come suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.
The Place To Biz LLC

Log In or Sign Up

All’interno dell’area riservata del presente sito web i colleghi odontoiatri potranno reperire il kit e la modulistica del corso bimbi e documenti utili relativi all’odontoiatria pediatrica. Per accedere all’area riservata è necessario richiedere username e password dedicate che verranno fornite a mezzo email al fine di consentire l’accesso solo agli Studi dentistici partners.

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?